Lourdes Pérez


“Con la sua voce densa di fumo e limpida di miele, Lourdes Pérez lascia tracce profonde che ricorderemo per sempre”  - Gloria Anzaldúa

LOURDES PEREZ, artista, cantautrice, arrangiatrice, poeta, storica dell‟oralità, cantante e chitarrista di origine portoricana con base mobile in Texas, da sempre al fianco delle battaglie per i diritti umani negli Stati Uniti e altrove, è una delle grandi vocalist e compositrici latino-americane. Lourdes Pérez è nata nel 1961 a San Sebastian, Porto Rico – un cosiddetto “stato libero associato” degli Stati Uniti, di fatto una colonia fin dall‟inizio del ventesimo secolo (gli abitanti di Porto Rico sono cittadini americani, ma l‟isola non è rappresentata nella Camera dei deputati e in Senato, e non vota nelle elezioni presidenziali). Vive attualmente a Austin, Texas. Ha pubblicato dieci CD., ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, ha cantato con artisti come la leggendaria cantante argentina Mercedes Sosa e la cantante pop canadese Jane Siberry, e con il maestro messicano della poesia decimista, Guillermo Velazquez. Ha composto musica per film, tenuto concerti in tutti gli Sati Uniti, Canada, Messico, Palestina, collaborato con i protagonisti del movimento e della politica latina negli Stati Uniti, raccolto e scritto storia orale. Questo CD è la registrazione di un concerto che Lourdes Pérez regalò al Circolo Gianni Bosio e al Nuovo Cinema Palazzo occupato nel dic. 2012, ed è pubblicato a sostegno di queste due realtà culturali di movimento.


La sua scrittura e la sua musica sono radicate in primo luogo nella tradizione jìbara delle montagne di Porto Rico e nell‟improvvisazione poetica della décima – una pratica solitamente riservata agli uomini, di cui Lourdes Pérez si appropria contestando le gerarchie e i ruoli di genere costituiti. Su queste fondamenta, Lourdes Pères costruisce una musica sofisticata, con una sensibilità internazionale, ispirata dalle innumerevoli sonorità con cui viene a contatto nei suoi viaggi e concerti. Nello scenario della “world music” è considerata un‟artista completa: interprete potente, compositrice prolifica, cantante emozionante e indiscussa musicista. Le sfumature della sua voce capace di esprimere emozioni profonde, e il tocco sulla chitarra sono inconfondibili e indimenticabili. Quando si ha il dono di conoscerla, si resta colpiti dalla sua capacità di costruire relazioni intellettuali e umane, dalla fusione perfetta di sentimenti e intelligenza umanistica delle sue opere, dalla capacità di trasformare idee e concetti originali in arte.
 

Un giornale canadese, il Vancouver Journal, ha scritto che la sua voce possiede “un‟autenticità
incrollabile che ricorda la leggendaria Edith Piaf”.
I suoi lavori hanno uno spessore culturale e artistico straordinario dovuto al suo background di emigrante, alla formazione multiculturale, interdisciplinare e multilinguistica, ma anche alle sue
ricerche antropologiche ed etnomusicologiche, all‟ attenzione per le questioni di genere e di
discriminazione razziale e sociale, al desiderio e capacità di misurarsi con altre tradizioni e voci musicali.


Per esempio, avendo avuto modo di ascoltare in un concerto in un campo per rifugiati palestinesi la
canzone araba di Ahmad Kaabour e Tawfeeq Zayad, "Unadeekum", ne fece una versione spagnola, “Te
llamo” , che incluse nel CD, Este Filo (2005) e che ha in seguito ri-inciso in una versione arabo-spagnola “Te llamo/Unadeekum”, in cui la sua voce duetta e s‟intreccia con quella della cantante libanese May Nasr.
La sua discografia comprende 12 CD, un film, un corto, spettacoli di danza, uno spettacolo teatrale e
numerosi tributes individuali. Molte sue canzoni sono state utilizzate in film, compilations e antologie.

 

La quasi totalità dei brani musicali che costituiscono la colonna sonora del documentario Altar. Cruzando Fronteras, Building Bridges di Daniele Basilio e Paola Zaccaria (2009)

(online: youtube.com/watch?v=Pep1vMqtHYs),

sono composti ed eseguiti da lei.


Ultimamente Lourdes Perez e la sua compagna di vita, Annette D‟Armata, hanno lanciato un global
podcast/showcase di musica e arte, VOXFEM (www.voxfem.org/), creato da donne di paesi e territori occupati che si esprimono possibilmente in lingue diverse dall‟inglese, da donne di colore,
donne che compiono atti di liberazione, artiste dello spirito queer/duplici, & opere originali.


Paola Zaccaria e Alessandro Portelli


*smuraremediterraneo.wordpress.com

10373842_10154159995235643_1866234287015513371_n.jpg

photo by Annette D'Armata, 2017

"I miei genitori facevano parte del movimento per l‟indipendenza di Porto Rico. Da bambina ho cantatoper la liberazione dei prigionieri politici portoricani; sono sempre stata molto politicizzata, è unfondamento della mia identità. Poi all‟università ho scoperto la musica di Violeta Parra e di Mercedes Sosa e dei musicisti portoricani, ho cominciato a sentire la musica che viene dai movimenti sociali, equesto ha nutrito il mio desiderio e la mia capacità di esprimere il messaggio.Ho sempre cantato, ma non mi ero mai considerata una cantante o un‟autrice di canzoni; facevo soprattutto lavoro politico. Nel 1992 in Texas sentii un concerto di Mercedes Sosa e mi resi conto che non stavo usando la mia voce per niente d‟importante. Così dissi alla mia partner, Annette D‟Armata, che volevo cantare e lei disse okay, andiamo avanti, e così ho cominciato ed è diventato il mio mestiere.La cosa importante per me è fare musica in modo da dare voce alle lotte di ogni giorno e dare un senso alla realtà. Ho cantato per un pubblico misto e in situazioni dove il pubblico parlava solo inglese. E‟ una sfida, ma è sorprendente come si possono superare certe barriere – cantare in spagnolo, spiegare un poco in inglese e andare avanti col messaggio. Far capire alla gente che c‟è un linguaggio delle emozioniche sta oltre ogni altro linguaggio. Parlo anche del mio essere lesbica come una cosa aperta e un dato di fatto, inseparabile dal resto della mai vita e della mia famiglia. Questa sono io e per questo scrivo canzoni."

67857_10152346418545402_1169285150_n.jpg
281733_10150718515600402_5699096_n.jpg
48221838_10161155311350402_5110431987504513024_n.jpg